cucchiaio con varietà di pillole, integratori alimentari su sfondo sfocato verdure

Questa guida parlerà di 7 integratori che possono aiutare a ridurre il rischio di cataratta. Questi integratori potrebbero essere particolarmente utili se la malattia corre nei vostri cari. Molti ricercatori ora credono che ci sia un legame genetico. Non c'è niente da perdere nell'accettarli, quindi perché non provarli?

Carnosina

Si trova naturalmente nel tuo corpo, specialmente nel tessuto muscolare. Impedisce ai radicali liberi di attaccare il cristallino dell'occhio e aiuta a invertire alcuni dei danni che sono già stati fatti nell'occhio dissolvendo qualsiasi materiale strano che si è raccolto lì. La carnosina è una piccola molecola composta dagli aminoacidi istidina e alanina e si trova in grandi concentrazioni nel muscolo scheletrico, nel muscolo cardiaco, nel tessuto nervoso e nel cervello. La carnosina può servire come antiossidante e come neurotrasmettitore - un messaggero chimico nel sistema nervoso. La carnosina crea anche ossido nitrico che aiuta a dilatare i vasi sanguigni. Si raccomanda vivamente di prendere una capsula da 100 mg due o tre volte al giorno.

Inositolo

È un componente essenziale dei fosfolipidi che compongono le membrane cellulari e si trova praticamente in ogni cellula del corpo. Recenti ricerche hanno dimostrato che l'inositolo aiuta a stabilire membrane cellulari sane, il che aiuta a facilitare gli impulsi nervosi. L'inositolo è un elemento significativo del tessuto oculare e bassi livelli sono legati alla formazione della cataratta. La dose giornaliera suggerita va da 500 mg a 1.000 mg.

Curcumina

È un famoso antiossidante. La curcumina è ben nota per le sue proprietà anti-infiammatorie, antiossidanti, anti-artritiche, anti-amiloidi e anti-infiammatorie. La curcumina funziona come spazzino di radicali liberi e antiossidante, inibendo la perossidazione lipidica e i danni ossidativi al DNA. I ricercatori hanno scoperto che la curcumina, presa in combinazione con la vitamina E, può abbassare significativamente il rischio di cataratta.

Lutein and Zeaxanthin

Sono nutrienti essenziali per gli occhi. Proteggono dalla formazione della cataratta e abbassano anche il rischio di sviluppare la degenerazione maculare che causa la perdita parziale della vista. La luteina è usata sotto forma di capsule o pillole, e la dose è fino a 20 mg al giorno. La luteina può anche essere trovata negli estratti di mirtillo in forma di capsule, 150mg ogni giorno. La luteina aiuta a proteggere dallo stress ossidativo e dalla luce ad alta energia. Diverse ricerche hanno dimostrato che esiste una connessione diretta tra l'assunzione di luteina e la pigmentazione dell'occhio. Gli studi hanno dimostrato che un aumento della pigmentazione della macula riduce il pericolo della Degenerazione Maculare legata all'età (AMD).

Emblica officinalis

Si tratta di una pianta che ha composti naturali chiamati tannoidi, ed è maggiormente utilizzata nel trattamento del diabete. È un tonico rasayana che promuove la forza, ed è particolarmente ottimo per i polmoni e il cuore. I ricercatori indiani hanno scoperto che i tannoidi estratti dall'emblica potrebbero fermare la formazione della cataratta. Gli scienziati pensano che questo rimedio potrebbe essere particolarmente benefico per i diabetici che soffrono di cataratta. Si pensa che l'emblica aiuti a ridurre certe tossine, come l'aldoso reduttasi, che sono spesso presenti in grandi quantità nei pazienti diabetici. Il frutto è un adattogeno, il che significa che è un'erba alimentare non tossica che normalizza le funzioni del corpo, equilibra il sistema neuroendocrino e migliora l'immunità. La dose suggerita è di 250 mg al giorno.